Marco Bartolini – Foto dell’anno FIAF 2015

Nato a San Giovanni Valdarno (Arezzo) nel 1961 inizia a fotografare nel 1985 ma solo nel 2012 entra a far parte dell’Associazione Francesco Mochi di Montevarchi. Iscritto alla FIAF e alla PSA partecipa a concorsi fotografici nazionali ed internazionali ottenendo buoni risultati soprattutto all’estero. Il genere fotografico che predilige è il reportage che gli permette di unire le sue due grandi passioni: la fotografia ed il viaggio. Ama fotografare le persone e situazioni di vita cercando di trasmettere le emozioni che prova  in queste circostanze con la forza dell’immagine.
Usa spesso fotografare con i grandangolari.

Bartolini Marco - African beach

 
Marco Bartolini – African Beach

Silvio Canini “Autore dell’Anno FIAF 2014”

Il Consiglio Nazionale della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche, nell’ambito della sua ultima recente Riunione, ha deliberato di nominare Silvio Canini “Autore dell’Anno FIAF 2014”. Silvio è nato a Bellaria–Igea Marina, in provincia di Rimini, il 30 ottobre 1959. Per anni ha documentato concerti di musica rock per poi affrontare altri temi con approcci e linguaggi stilisticamente differenti. Il suo modo di fare fotografia è però radicalmente cambiato una ventina di anni addietro a margine di una sua partecipazione a “Portfolio in Piazza” (Savignano sul Rubicone). Dopo quell’esperienza, il cammino espressivo di Silvio ha imboccato la strada della progettualità ed i risultati non si sono fatti attendere. Canini ha ottenuto molti importanti riconoscimenti ed ha esposto in numerose mostre personali e collettive. La sua produzione fotografica è stata pubblicata su un gran numero di cataloghi, di riviste e su alcuni eleganti libri d’autore. Il conferimento della qualifica di “Autore dell’Anno FIAF” a Silvio Canini avverrà nel contesto del prossimo Congresso Nazionale che avrà luogo a Cesenatico dal 7 all’11 maggio 2014.

ago

Un’immagine tratta dal portfolio “Io randagio” di Silvio Canini

Pierluigi Rizzato, Fotografo dell’Anno FIAF 2013

Pierluigi Rizzato, fotografo da oltre venticinque anni, si dedica con particolare passione
e impegno alla fotografia naturalistica.

La realizzazione delle sue immagini coniuga una profonda conoscenza delle caratteristiche dei soggetti, acquisita attraverso studi e ricerche, oltre ad una paziente osservazione sul campo.
Le riprese, sorprendenti dal punto di vista estetico per la varietà dei colori e per la sapiente scelta compositiva, offrono altresì la possibilità di una lettura “scientifica” del comportamento animale, in quanto “congelano” il soggetto nel loro movimento naturale.

Affascinato dall’Africa, Pierluigi Rizzato, è rimasto particolarmente colpito dal parco naturale del Serengeti, in Tanzania, dove è ritornato più  volte, al fine di immortalare i grandi predatori e le prede che indisturbate si aggirano nella savana.
Dell’Alaska, l’altra terra di sua elezione, particolari sono le fotografie scattate all’orso grizzly.

Nel 2004 ha vinto il Campionato Italiano di Fotografia Naturalistica.
Nel 2005 ha ricevuto l’onorificenza AFI (Artista Fotografo Italiano).
Nel 2006 ha ricevuto l’onorificenza Afiap (Artiste de la Federation Internationale de l’Art Photographique) dalla Fiap.
Nel 2007 ha vinto per la seconda volta il Campionato Italiano di Fotografia Naturalistica.
Nel 2009 ha ricevuto l’onorificenza IFI (Insigne Fotografo Italiano) e l’onorificenza Efiap (Excellence de la Federation Internationale de l’Art Photographique) e nel 2010 l’onorificenza Efiap/b (Excellence de la Federation Internationale de l’Art Photographique Niveaux Bronze).

leone2013

Ombre di primavera, foto dell’anno 2011

Lo scatto realizzato in un tardo pomeriggio di primavera con protagonisti Annagiulia e il suo cagnolino Artù.

La ripresa dal basso e una luce particolare hanno reso questo scatto molto suggestivo con la figura umana quasi trasformata in presenza aliena.

Espressione di “libertà” data dalla padroncina al suo cane, con ancora il guinzaglio in mano, ma ritrae anche il rapporto tra uomo e animale, lo stare “insieme” e condividere la passeggiata serale.

La foto è stata realizzata a iso 100 f/4 1/800 a 30mm.

ombre_di_primavera_finita

di Simone Sonetti